Seleziona una pagina

Alla Camera proseguono le importanti audizioni sul disegno di legge per la parità salariale: nelle ultime settimane sono intervenute, fra le altre, le professoresse Chiara Saraceno e Linda Laura Sabbadini, che hanno fornito importanti contributi alla nostra discussione. Nel frattempo, purtroppo, l’ISTAT ha pubblicato numeri. [leggi]
che hanno reso di pubblico dominio un problema di cui tante lavoratrici già mi scrivevano: quello del part-time involontario, uno strumento utilizzato non per la conciliazione vita-lavoro, ma come ulteriore flessibilità che penalizza il reddito delle donne. Anche per questo stiamo lavorando a strumenti di tutela che puntino non più sulla conciliazione, ma sulla condivisione della responsabilità familiare fra uomo e donna, correggendo i congedi parentali, la maternità, e altri disincentivi ad assumere full-time le donne.
Nel frattempo, con altre deputate ho inviato una lettera al premier Conte, perché la battaglia della parità si combatte anche nelle cariche apicali dello Stato: luoghi in cui tante donne competenti vengono spesso scartate senza motivo oggettivo. Così come accade nei CDA privati grazie alla legge Golfo-Mosca, anche nel pubblico c’è bisogno di più parità. [leggi]

Ecco le iniziative a cui parteciperò:
mercoledì 4 marzo, ore 16,00
Donne e potere: il punto sulla legge Golfo-Mosca
Via IV Novembre 157, Roma

giovedì 5 marzo, ore 18,00
Il mondo del lavoro: quali ostacoli per le donne?
Via Catanzaro 3, Roma

sabato 7 marzo, ore 10,00
#SIAMOPARI
Sala Riolfo, Alba

lunedì 9 marzo, ore 21,00
#SIAMOPARI
San Mauro Canavese

sabato 14 ore, 17,00
Lavoro, disparità di genere e dipendenza economica
Via Medici 28, Torino

X