Seleziona una pagina

La Camera dei Deputati ha approvato l’Ordine del Giorno della deputata cuneese Chiara Gribaudo in merito ai costi per i comuni che sono sede di accorpamento di tribunali.

«Con l’accorpamento dei tribunali ordinari e la soppressione delle sedi distaccate, i comuni sede di accorpamento si trovano ad affrontare problemi notevoli sia in termini di reperimento che di ristrutturazione dei locali atti ad ospitare nuovi uffici ed aule di udienza, oltre che locali di servizio” ha dichiarato l’on. Chiara Gribaudo, «Le spese per investimento, derivanti dall’attuazione di una riforma nazionale, non possono gravare sulle già deboli finanze degli enti locali, aggravando ulteriormente le difficoltà di bilancio.»

«Per questo, avendo in mente anche il caso del Comune di Cuneo facente parte del collegio in cui sono stata eletta, ho proposto un emendamento alla legge di Stabilità. Su richiesta del Governo, che ha accolto il senso della proposta emendativa, è stato quindi trasformata in ordine del giorno ed approvato.
L’Ordine del Giorno impegna il Governo ad adoperarsi affinché l’onere di tale accorpamento non gravi sul patto di stabilità interno. In questo senso si richiede che, laddove non vi sia un trasferimento diretto dello Stato, gli investimenti sostenuti possano essere comunque esclusi dal patto di stabilità.

Un decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri a gennaio dettaglierà l’elenco degli enti coinvolti. Per questo, sarà importante coordinarsi con le amministrazioni locali, in primis quella cuneese, per vigilare che tutti gli enti interessati vi siano compresi.»

«Sul fronte della spesa ordinaria, che coinvolge in genere i comuni sede di uffici giudiziari, come ad esempio Saluzzo, positiva anche la misura inserita nella legge di Stabilità con cui a partire dal 1° settembre 2015 viene trasferito allo Stato l’obbligo di corrispondere alle spese finora sostenute dai comuni. Continueremo pertanto a monitorare attentamente le evoluzioni, a partire dal prossimo passaggio al Senato» ha concluso l’On. Chiara Gribaudo.

X