Seleziona una pagina

Il viadotto crollato sull’autostrada Torino-Savona ha reso insostenibile la già difficile situazione infrastrutturale della Granda, che oggi rimane praticamente isolata. Tunnel di Tenda, Asti-Cuneo, circonvallazioni, Colle della Maddalena ancora senza paravalanghe che rinizia il suo difficile percorso invernale di chiusure per neve. Senza considerare i danni del maltempo su tutto il Sud del Piemonte.
Servono subito fondi e misure straordinarie, forse anche un commissario speciale per le nostre vie di comunicazione, non possiamo andare avanti così. Per il Tenda ho scritto personalmente al prefetto un mese fa, perché Anas spieghi cosa sta succedendo e si acceleri la ripresa dei lavori. Abbiamo già sopportato troppi ostacoli che non dovevano esserci nella realizzazione di quest’opera: adesso serve chiarezza e trasparenza, altrimenti nessuna soluzione sarà mai davvero definitiva. I cittadini della Granda e della Val Roya hanno già sopportato abbastanza. Così come tutti i cittadini della Granda, per i quali dall’Europa deve arrivare una risposta definitiva in merito alla Cuneo Asti. Chiederò al Ministro De Micheli che su questo dossier si solleciti la soluzione più veloce, che credo rimanga quella proposta dall’ex Ministro Delrio.

X