Seleziona una pagina

Nei giorni scorsi, alla Camera abbiamo approvato in prima lettura una importante proposta di legge, che mira a prevenire e contrastare condotte di maltrattamento o di abuso nei confronti di minori, anziani e disabili, innalzando il livello di tutela di coloro che frequentano gli asili nido e le scuole per l’infanzia, o che sono residenti in strutture assistenziali. La legge ha subito numerose modifiche nel suo percorso parlamentare e ora passerà al Senato per l’approvazione definitiva.

Tra i punti più importanti ci sono: formazione continua del personale anche con il coinvolgimento delle famiglie, supporto psicopedagogico, valutazione periodica dell’idoneità professionale durante lo svolgimento del rapporto di lavoro, anche in relazione al progressivo logoramento psico-fisico derivante dal tipo di mansione svolta che comporta un’assistenza continua a soggetti in condizioni di vulnerabilità prevedendo anche la possibilità di ricollocare il personale divenuto inidoneo. Obiettivo: prevenire episodi di maltrattamento e sostenere gli operatori che svolgono quotidianamente un lavoro difficile ed impegnativo.
Ci sarà anche la possibilità della videosorveglianza all’interno delle strutture, per cui abbiamo posto dei paletti precisi: sarà comunque necessaria la sottoscrizione di un accordo con i sindacati, che tutti gli utenti e i lavoratori ne siano informati e che le riprese siano cifrate con codici a disposizione solo di organismi certificati e della magistratura, unica titolata a consentire la visione delle immagini. Tutto a garanzia della privacy dei dipendenti e degli ospiti.
Con questo complesso di misure, vogliamo tutelare quei soggetti particolarmente fragili e vulnerabili che frequentano gli asili nido, le scuole dell’infanzia oltre ai disabili e agli anziani ospitati nelle strutture socio-sanitarie e socio-assistenziali, anche alla luce dell’emersione negli ultimi tempi di casi di maltrattamenti perpetrati ai loro danni. Per chi volesse approfondire, abbiamo preparato un dossier (file pdf).

X