Seleziona una pagina

Nella giornata di mercoledì, i lavoratori della Bottero di Cuneo sono tornati a manifestare grande preoccupazione per il futuro del loro posto di lavoro. Nella “lunga marcia” che purtroppo stanno percorrendo ormai da tempo, e che ieri ne ha simbolicamente portato una parte davanti alla Prefettura, vogliamo dire che noi siamo al loro fianco e delle loro famiglie. Altrettanto, siamo molto preoccupati che una storica eccellenza del territorio (che nonostante oggi venda in tutto il mondo, negli ultimi anni ha perso “lustro”) possa essere significativamente ridimensionata.” hanno dichiarato i parlamentari del PD Chiara Gribaudo, Patrizia Manassero e Mino Taricco.

La provincia di Cuneo ha già subito in questi anni importanti ripercussioni per via della crisi, che si diceva da noi non sarebbe arrivata: per questo bisogna lavorare ancor più congiuntamente perché non si aggiunga un ulteriore capitolo ad un impoverimento imprenditoriale e lavorativo che sembra già iniziato, e che bisogna oggi con forza stoppare ed invertire.

Come rappresentanti territorio stiamo seguendo da vicino lo svolgersi della vicenda: in questo momento bisogna rispettare il dialogo tra parti sindacali e direzione aziendale, ma siamo pronti a mettere in campo tutti gli strumenti di nostra competenza perché si arrivi in tempi rapidi alle certezze che anche noi chiediamo. Crediamo altresì necessario che anche il PD cittadino e provinciale assumano la responsabilità di una propria iniziativa, per sostenere con noi gli obiettivi di rilancio della realtà produttiva, di valorizzazione delle professionalità e di tutela dei livelli di occupazione nel cuneese.” hanno concluso i tre parlamentari.

X