Seleziona una pagina

Approvata la legge delega per la riforma organica della magistratura onoraria e sui giudici di pace. Tali figure di magistrati non professionali, hanno assunto negli anni un rilievo sempre maggiore, sia per i carichi di lavoro giudiziario smaltito, sia per le competenze gradualmente acquisite.
Le principali novità saranno: uno statuto unico della magistratura onoraria, la riorganizzazione dell’ufficio dei giudici di pace, la rideterminazione del ruolo e delle competenze dei magistrati onorari.
Con questo provvedimento si favorirà una più razionale gestione del personale della magistratura onoraria attraverso la predisposizione di uno statuto unico e con una disciplina omogenea riguardo alle modalità di accesso, durata e decadenza dell’incarico, al tirocinio, alla revoca e alla dispensa dal servizio, alla responsabilità disciplinare, ai criteri di liquidazione dell’indennità, alla formazione professionale. È prevista la possibilità di ampliare: nel settore penale e nel settore civile, la competenza dell’ufficio del giudice di pace per materia e valore e di estendere per le cause il cui valore non ecceda euro 2.500, i casi di decisione secondo equità. La Commissione giustizia del Senato ha, inoltre, previsto una sezione autonoma del Consiglio giudiziario con la partecipazione di magistrati onorari elettivi, ed un regime transitorio per i magistrati onorari in servizio alla data di entrata in vigore dei decreti legislativi emanati in attuazione della delega.
Per chi volesse approfondire, abbiamo preparato un dossier (file pdf).

X