Seleziona una pagina

E’ sempre meglio ricordare una volta in più, piuttosto che una in meno, che qualche segno di miglioramento nella situazione economica ed occupazionale nazionale non può e non deve distrarci dalle conseguenze della Crisi che ancora mordono la nostra provincia in molte realtà. E’ con questo spirito e questa attenzione che stiamo seguendo da vicino diverse situazioni, tra cui la cuneese Bottero, pur rispettando in questo momento innanzitutto il giusto spazio che deve avere il dialogo tra azienda e parti sociali. Recentemente, con il sindaco Calderoni, avevamo voluto essere altrettanto al fianco dei lavoratori del Carrefour di Saluzzo, dove le trattative sindacali erano ancora in corso: alla fine, l’accordo è stato siglato e condiviso con i lavoratori, che hanno votato favorevolmente (prevede 12 mesi di cassa integrazione straordinaria, 8 mesi di incentivi all’esodo per chi si licenzia entro il 31 marzo 2016 e la possibilità di alcuni reinserimenti in altre sedi del gruppo). Un’ultima nota un po’ più positiva riguarda l’Alstom di Savigliano dove, anche qui, è stato recentemente siglato l’accordo per 4 venerdì di cassa ordinaria a maggio, ma dove sono anche in arrivo ulteriori 25 treni regionali per Fs: una commessa da 170 milioni che dà un po’ più di ossigeno ad un percorso di ripresa che, lungi dall’essere concluso, dimostra almeno di essersi più stabilmente avviato, grazie all’impegno di molti.
Ora non resta che tenere alta la guardia e proseguire, con la stessa determinazione, su questo e su tutti i fronti ancora aperti.

X