Seleziona una pagina

La Riforma del Codice Antimafia è stata approvata a maggioranza dalla Camera. Consentirà di fare una lotta di sistema alle organizzazioni criminali che verranno colpite al cuore, cioè nelle loro ricchezze illecite. Il provvedimento nasce dall’esigenza di rendere organici gli interventi frammentati e risolvere varie criticità. La legge amplia i soggetti attivi e passivi, tutela i terzi creditori, evita il fallimento delle aziende e tutela chi ci lavora: cioè colpisce gli fa gli illeciti e salvaguarda le attività che possono e devono continuare a stare nei territori. Fra le novità più importanti: la creazione di un Fondo di garanzia per le aziende sequestrate. La lotta alle mafie diventa così più rigorosa ed incisiva.
Per approfondire, ecco un breve dossier (file pdf)

X