Seleziona una pagina

A proposito di ieri, mi permetto di condividere con voi l’intervento che ho fatto in aula in merito ai fatti accaduti a Roma, che rappresentano un’altra brutta pagina che offende la Storia e su cui non potevo certo stare zitta!

Onorevoli colleghi, oggi cade il centesimo compleanno del criminale di guerra Erich Priebke, responsabile della fucilazione di 335 persone il 24 marzo 1944 e per questo condannato all’ergastolo.
Nella città di Roma sono apparsi nella notte due striscioni, scritte e numerose svastiche che inneggiano al “Boia delle Fosse Ardeatine”.
Tra i luoghi imbrattati anche la Sede della Associazione Nazionale Partigiani d’Italia, e una sede del Partito Democratico.
La nostra solidarietà va innanzitutto a Riccardo Pacifici, presidente della Comunità Ebraica di Roma, fatto oggetto di uno dei due ingiuriosi striscioni.
Vogliamo da qui denunciare con forza una così macabra celebrazione e unirci alla condanna già espressa dal Sindaco Marino e dal presidente dell’ANPI Carlo Smuraglia.
Anche da quest’Aula, vogliamo ribadire la verità storica per cui nazismo e fascismo sono stati solo e soltanto regimi sanguinari fondati sull’odio razziale, che hanno portato a guerra e distruzione in Europa e oltre.
Le Istituzioni Repubblicane non possono non interrogarsi sulla persistenza nel tempo e il preoccupante radicamento di questi vili fenomeni.
Dobbiamo, tutti insieme, vigilare ed operare con fermezza perché quegli stessi valori di giustizia, pace, democrazia e libertà che costarono allora il sacrificio di molte vite, continuino ad essere la forza, oggi, per combattere tutti i tentativi di revisionismo storico.

X