Seleziona una pagina

Oltre 3.500 comuni esenti dal pagamento. L’esenzione parziale per 655 comuni qualificati come “parzialmente montani”. Il riconoscimento di una detrazione di 200 euro per oltre 1.600 enti di “collina svantaggiata”. Sono solo alcune tra le principali novità introdotte dal decreto-legge n. 4/2015, convertito in legge, con modificazioni, dalla Camera dei deputati.
Il provvedimento, che rivede i parametri di esenzione concernenti l’IMU agricola ponendo criteri più inclusivi rispetto al precedente decreto-legge Irpef n. 66/2014, prevede anche una proroga della delega fiscale.
Qui (file pdf) è possibile consultare un breve dossier.

X