Seleziona una pagina

Solo alcune foto di questa campagna, una piccola parte delle tante persone che ho incontrato, conosciuto, ascoltato, e dei luoghi che visitato, attraversato, scoperto insieme a voi.
Non esistono campagne elettorali facili o difficili, brutte o belle: esistono quelle urlate di fronte a giornalisti e telecamere, autoreferenziali e anche un po’ tristi, oppure quelle fatte in mezzo alla gente, tra i mercati e le aziende, nei circoli e sempre sulla strada.
Non ho contato le migliaia di chilometri macinati fra Cuneo, Asti, Alessandria e qualche passaggio fuori collegio, ma ho avuto la fortuna di trovare ovunque andassi i vostri incoraggiamenti, i vostri sorrisi, i vostri messaggi di stima o di affetto; soprattutto è stato prezioso il vostro punto di vista su ciò che ancora manca da fare e va fatto, per rendere questo Paese un po’ più giusto e più forte.
Fra votare contro e votare per, la differenza non è sottile. È così che domenica vorrei si esercitasse il potere democratico conferito ad ognuno di noi dalla Costituzione. Non per rimpiangere il passato, ma per scommettere sul futuro. Non per tornare alla disuguaglianza e al disastro dei conti pubblici, ma per proseguire uniti su un cammino di equità e crescita.
Il voto è uno strumento incredibile, e rappresenta bene il significato del nostro fare politica. La scheda di ognuno di noi, presa da sola, non vale niente: eppure tutti insieme con quella croce possiamo dare una forza straordinaria ad un simbolo, alle idee che rappresenta, alle proposte che contiene. Diamo forza non ai singoli, ma ad una squadra che vuole solo il bene dell’Italia. Diamo forza non all’individualismo distruttivo, ma ai valori solidali delle nostre comunità.
Diamo forza al lavoro, alla cultura, all’ambiente, al cambiamento in Europa.
Domenica 4 marzo, diamo forza al @partitodemocratico .
#sceglipd

X