Seleziona una pagina

Lo scorso 27 giugno sì è tenuto presso l’AsTra Cuneo, con la partecipazione dei sindacati di categoria e di consulenti del lavoro, un momento di approfondimento sugli abusi nel distacco comunitario dei lavoratori. Un fenomeno che, nel settore degli autotrasporti, sta generando concorrenza sleale e vero e proprio dumping sociale a danno di imprese e lavoratori, oltre che dello Stato. Nei prossimi passaggi legislativi, ho dato la mia disponibilità a seguire da vicino l’iter parlamentare e a richiedere una ampia fase di ascolto e confronto nelle sedi ufficiali.

Quello che è il diritto di lavorare e fare impresa liberamente fra Paesi dell’Unione, infatti, spesso si trasforma per qualcuno in un modo per abbattere implicitamente il costo del lavoro, giocando su escamotages giuridici e diseguaglianze tra territori. La nuova direttiva europea 67/2014, che presto arriverà in Parlamento, contiene molti correttivi e chiarimenti utili a contrastare gli abusi. In sede di recepimento della direttiva, sarà possibile operare modifiche per garantire la sua piena e più efficace applicazione: iniziative di dialogo fra impresa, sindacati e politica come questa, che spero si replichino presto a livello nazionale, non potranno che aiutarci quindi a chiarire il problema e trovare insieme le migliori soluzioni.

X