Seleziona una pagina

La riforma è molto articolata e molto estesa.
. Una rivoluzione digitale nell’erogazione dei servizi. Un diritto dei cittadini diventa un dovere per le amministrazioni. Basta un click per richiedere e ricevere documenti. Accesso a qualunque servizio online con un solo Pin.
. Silenzio assenso tra le amministrazioni e con i cittadini. Stop ai ritardi sulle richieste. Regole certe per avviare un’attività.
. Trasparenza: la migliore politica contro la corruzione a costo zero. Si sciolgono i nodi della burocrazia: risparmio, qualità dei servizi, controllo sociale contro il malaffare.
. Riorganizzazione dell’Amministrazione dello Stato: politiche pubbliche più coordinate e valutazioni per decisioni più rapide. Eliminazione delle duplicazioni, forme più snelle di funzionamento. Gestione associata dei servizi delle Forze di Polizia. Accorpati PRA e Motorizzazioni (documento unico di circolazione e proprietà dei veicoli)
.Riforma delle Camere di commercio: nuova mission e più efficienza. Più sostegno concreto alle imprese. Costi ridotti grazie ad una razionalizzazione della presenza sul territorio (riduzione da 105 ad un massimo di 60 Camere in tutta Italia).
. Enti di ricerca pubblici più efficienti ed europei: meno burocrazia per la ricerca, maggiore flessibilità nella gestione delle risorse, regole più semplici. Definizione del ruolo dei ricercatori nel rispetto della Carta europea.
. Maggiore flessibilità organizzativa per garantire una migliore conciliazione tra vita e lavoro. Incentivi per modelli organizzativi che favoriscano il lavoro remoto, lo smart-working e il co-working.
. Dirigenti licenziabili se valutati negativamente, potranno sennò optare per il dimensionamento. Gli incarichi avranno un tempo 4+2 anni, e non più a vita. Revoca in caso di condanna della Corte dei Conti.
. Bacino unico sempre per i dirigenti è previsto un solo ruolo (diviso su tre livelli: statale, regionale, locale) senza più distinzione tra prima e seconda fascia.
. Segretario comunale la figura viene superata. Gli enti locali dovranno nominare un dirigente apicale con compiti di attuazione dell’indirizzo politico, coordinamento dell’attività amministrativa e controllo della legalità dell’azione amministrativa.
. Nei concorsi, superato il voto minimo di laurea per dare più importanza alla valutazione che avviene in sede di concorso. Le prove prevederanno sempre un test di inglese.
. Assenze e controlli all’INPS le funzioni di controllo e le risorse connesse passano dalle Asl all’Inps per meglio combattere le finte malattie
. Forte riduzione del numero delle Società Partecipate: razionalizzazione del sistema delle partecipazioni pubbliche. Rafforzamento dei criteri pubblicistici nella gestione: tetto alle retribuzioni e trasparenza.
. Corpo Forestale verrà assorbito in un’altra forza (con tutta probabilità i Carabinieri), così da portare i corpi da 5 a 4. Si prevede inoltre un riordino di tutte le forze.
. Nasce la Consulta per l’integrazione dei lavoratori disabili con un carattere molto operativo; è composta dai rappresentanti delle amministrazioni pubbliche centrali e locali, dai sindacati maggiormente rappresentativi e dalle associazioni di categoria
. Organizzazione e gestione dei servizi pubblici: incentivi e premi a enti locali che scelgono di aggregare attività di gestione per favorire efficienza e risparmio. Tariffari che tengano conto di produttività per ridurre aggravio su cittadini e imprese. Maggiore trasparenza nei contratti di servizio. Strumenti di rilevazione e obbligo di standard di qualità nazionali.
. Pensionati PA Il tetto di un anno varrà solo per i ruoli direttivi. Le altre cariche sono comunque consentite, resta comunque il vincolo della gratuità. (Una misura che viene incontro alle esigenze specie delle piccole amministrazioni dove i pensionati sono un aiuto importante in termini di numeri e di esperienza).

X