Seleziona una pagina

Una serata appassionante quella del 31 gennaio all’Auditorium Foro Boario organizzata dal think tank Combinarelmenti, dove di fronte al Viceministro dell’istruzione Anna Ascani erano presenti oltre 150 persone, in maggioranza ragazzi e ragazze che sono stati i veri protagonisti dell’iniziativa, che ho avuto il piacere di moderare.
Dieci gli interventi dei giovani impegnati nella Granda, a partire dal tema della partecipazione politica con Pietro Carluzzo della consulta dei giovani, Anna Catta di Libera, Simone Borio delle sardine cuneesi. Sulla scuola, l’insegnamento e il dialogo si sono spese Beatrice Aimar di Monviso Giovani e Cristina Boretto di Lvia, di politica per l’ambiente ha parlato Marco Gautero organizzatore dei Friday For Future, della precarietà dei giovani hanno parlato la giovane avvocatessa Erica Cosio e Federico Soldati del Pd racconigese. Sul tema dei migranti di seconda generazione ha parlato la giovane consigliera di Dogliani Hind El Faqir, mentre sull’accoglienza è intervenuta Giulia Mauro, cooperante impegnata nel comitato di quartiere della città.
La maggioranza di giovani e giovanissimi presenti ieri ci conferma che servono luoghi di confronto e dibattito alle giovani generazioni, in cui conoscersi e riconoscersi per battaglie e testimonianze. Aria fresca e sguardo alle politiche che devono interpretarla, con Anna Ascani che ha indicato la strada dell’investimento massiccio nell’istruzione, della lotta al precariato, del ritorno ad una partecipazione politica sana che deve essere necessariamente accompagnata da finanziamenti pubblici trasparenti. E poi la necessità di rendere giustizia alle migliaia di ragazzi e ragazze nati e andati a scuola in Italia ai quali ancora manca la cittadinanza. Grazie a tutti coloro che hanno partecipato, grazie ad Anna per il suo sostegno a questi giovani impegnati. Serate come questa rendono la politica più bella e ci indicano, con semplicità, la strada da seguire.

X