Seleziona una pagina

Un sì attesissimo quello della Camera sulla nuova legge della cittadinanza, che introduce finalmente lo “ius soli”: i figli di stranieri nati o cresciuti in Italia che hanno completato un ciclo di studi nel nostro Paese, saranno cittadini italiani.
Un diritto irrinunciabile per bambine e bambini che qui vanno a scuola, fanno sport, partecipano ai gruppi di teatro, alle associazioni… insomma, vivono e crescono come italiani. Solo per la legge erano stranieri. Se al Senato si confermerà il nostro voto favorevole (con l’ennesima astensione del M5S) questa insopportabile discriminazione avrà fine.
Complimenti al collega Khalid Chaouki e a Livia Turco prima di lui, che insieme a tanti altri hanno creduto e portato avanti questa battaglia di civiltà.
Qui (file pdf) i dettagli delle misure approvate.

X