Seleziona una pagina

Il gruppo Riva “chiedera’ al Gip di poter disporre delle somme sequestrate per riavviare l’attività produttiva”.
E’ questo l’esito dell’incontro tra il ministro Zanonato, la proprietà e il custode giudiziario. I Riva chiederanno anche di utilizzare le linee di credito. Un primo passo per poter pagare gli stipendi di settembre.
Non è stata invece richiesta la cassa integrazione: un ulteriore segnale positivo che l’ipotesi di chiusura è oggi più lontana.
Come abbiamo detto in Aula, la Cassa deve essere un paracadute da tenere sempre pronto, ma l’obiettivo deve essere tutelare il lavoro che c’è. Bruno Ferrante si è impegnato, su questo, per la ripresa dell’attività “in tempi rapidissimi”.

Ci lascia un po’ meno soddisfatti la scelta di posticipare la discussione in Cdm sulla modifica normativa (l’introduzione dell’art. 104 ter), su cui comunque il ministro è tornato ad impegnarsi.

Vigileremo che gli impegni presi siano effettivamente rispettati.
Continuiamo a lavorare a fianco dei lavoratori perchè questa crisi trovi una soluzione immediata e definitiva.

X