Seleziona una pagina

Un esempio di come un Comune – quando amministrato con creatività e insieme con concretezza – possa trasformare i problemi in opportunità, ed essere davvero il motore dell’innovazione e delle intelligenze sul suo territorio. E’ quello che ho pensato sapendo del bel progetto che il sindaco Davide Sordella sta realizzando a Fossano in collaborazione con il locale co-working, puntando sui giovani.
Per rispondere ad un’esigenza della sua amministrazione – quella di avere il software per gestire in maniera nuova e partecipata il rapporto con i cittadini – non ha scelto di comprare uno dei servizi già preconfezionati sul mercato. Ha invece puntato sui giovani del suo territorio, dando loro l’opportunità di mettersi in gioco e di elaborare loro queste soluzioni informatiche. Il Comune ha organizzato tra gennaio e febbraio una sorta di talent show, l’”I-Factor” (un vero e proprio concorso per sviluppatori) in cui selezionerà i migliori. Per vincere, e dividersi il premio in denaro, dovranno realizzare 3 diversi servizi innovativi per la Pubblica Amministrazione. I vincitori lavoreranno poi all’informatizzazione del Comune, il quale pagherà lo sviluppo mentre i ragazzi terranno la proprietà dei software. In questo modo vincono tutti: l’amministrazione che otterrà a titolo gratuito un servizio ideato apposta sulle sue esigenze; i ragazzi che avranno una occasione concreta con cui mettere a frutto i propri studi ed interessi, da cui far nascere magari un futuro lavorativo nel settore (il Comune a sua volta aiuterà a vendere i programmi ad altri enti interessati). Per prendere parte al progetto bisogna avere tra i 16 e i 26 anni, essere residente in Provincia di Cuneo o essere un ex-allievo di una scuola della Provincia. Si può partecipare da soli o in gruppo. Basta mandare una mail entro il 24 gennaio 2015 a ifactor@ubloom.it. Voglio fare al Sindaco Sordella – in attesa dei vincitori – i miei complimenti per questa bella idea, che spero sia d’esempio per altri.

X