Seleziona una pagina

Ancora una giornata importante.
Il 3 dicembre di 32 anni fa veniva istituita dall’ONU la giornata Internazionale delle Persone con Disabilità, per ricordare che è di tutti il diritto di godere delle più importanti libertà fondamentali.
Pur a dieci anni dalla nascita della Convenzione Onu sui Diritti delle Persone con Disabilità, sono ancora innumerevoli le barriere da rompere e i passi da fare.
Come educatrice, prima ancora che come persona impegnata in politica, voglio che questa giornata sia davvero un’occasione per riflettere sull’esigenza sempre più pressante di abbattere la cultura dell’indifferenza e di arrivare ad una effettiva inclusione delle persone disabili in ogni settore della vita pubblica.
Mi aspetto che questo governo, dopo anni di tagli alle politiche sociali, possa guardare a chi ha bisogni speciali con rinnovata attenzione, ricominciando a investire energie laddove sono state sottratte perché il livello della nostra civiltà si vede anche da lì.
Non sia quindi la crisi un pretesto per togliere ancora una volta risorse a chi più ne ha bisogno: sul terreno dell’inclusione sociale e del sostegno alla disabilità bisogna fare meglio e di più.
Il mio impegno c’è.

X