Seleziona una pagina

Chi sono

Sono nata a Cuneo nel 1981. Mi sono diplomata all’ITC Bonelli di Cuneo e, in seguito Educatrice professionale a Torino.
Ho diviso il mio impegno lavorativo tra scuola, il privato sociale con minori e disabili e la collaborazione con la Fondazione Nuto Revelli onlus di cui sono stata codirettrice; già responsabile Lavoro PD della Granda, sono stata Consigliere e poi Assessore a Borgo San Dalmazzo; eletta Deputata nel 2013, da luglio 2015 sono stata nominata Vice Presidente del gruppo PD. A luglio 2017 sono divenuta responsabile del Dipartimento Lavoro del PD. Da luglio 2018, in Segreteria Nazionale PD con la delega Lavoro e professioni.

Rendiconto di mandato

Mi è sembrato doveroso raccontare questi cinque anni alla Camera dei Deputati.
Qui trovate il rendiconto in formato digitale: leggetelo, scrivetemi, fatemi sapere cosa ne pensate.

News

Il PD a fianco dei lavoratori di Italiaonline

ITALIAONLINE, PD: DA AZIENDA GRAVE COMPORTAMENTO, ORA REGOLE CONTRO SPECULATORI (Public Policy) - Roma, 23 mag "Comportamenti come quello di Italiaonline ledono gravemente la dignità dei lavoratori, ai quali siamo vicini in questa assurda crisi. Lo dichiara Graziano...

leggi tutto

Incontro alla Camera con Susanna Camusso

Questa mattina alla Camera, come Deputati PD, abbiamo incontrato Susanna Camusso per ragionare sulla legislatura che si sta aprendo e della possibilità di lavorare insieme su tanti temi. Siamo partiti dalla proposta di Carta universale della CGIL, della quale abbiamo...

leggi tutto

Sicurezza sul lavoro, cosa non funziona

Articolo pubblicato su Democratica.it, 15/05/2018 di Chiara Gribaudo Non c’è equità in una crescita che si porta via la vita. Sono troppi gli incidenti sul lavoro che dall’inizio del 2018 hanno riempito le pagine di cronaca, eventi assurdi che non possono essere...

leggi tutto

Programma incontri

luglio, 2018

02lug20:45Il futuro del PD, il futuro dei partitiSala degli Specchi, Caserma Musso - Piazza Montebello 1, Saluzzo20:45

06lug21:00Le prospettive del lavoro nell'industria 4.0Stadio Comunale, Novi Ligure21:00

Fai una domanda

3 + 7 =

Twitter

L'impostazione totalmente sbagliata del governo, la battaglia contro il Ministro della #Disoccupazione, la visione del PD sul #Lavoro. Una chiaccherata con @davidallegranti de @ilfoglio, #Stupidaggini lo ha scelto lui ma non mi dispiace #decretoIndegno --> goo.gl/C6t9Y5

Circa 2 giorni fa dal Twitter di Chiara Gribaudo via Twitter Web Client

Facebook

13 ore fa

Chiara Gribaudo

In queste ore si è scatenato un vero e proprio putiferio sulla questione licenziamenti, perché strumentalmente è stato denunciato da Di Maio (e non solo) uno dei nostri emendamenti senza guardare l’insieme delle nostre proposte, che puntano a migliorare non di poco il decreto Indegno.

Al contrario di quel pasticcio, il Partito Democratico sui licenziamenti ha presentato un pacchetto di proposte organiche: per aumentare l’offerta conciliativa ai lavoratori da minimo 2 a 3 mensilità e da massimo 18 a 27, per modulare diversamente le indennità tenendo comunque ferme le 36 mensilità di tetto massimo, e sì, anche per cancellare l’intero articolo scritto da Di Maio, perché senza incentivi veri al lavoro stabile la combinazione delle norme sui tempi determinati e dell’aumento delle indennità di licenziamento rappresenta un boomerang per tutti i lavoratori con un contratto a termine, che ancora più difficilmente verranno trasformati in contratti stabili. Per tutti e specie per i più giovani il turn over crescerà a dismisura: riusciranno a lavorare nello stesso posto al massimo per 12 mesi, perché poi scattano burocrazia e costi aggiuntivi. Poi dovranno tornare a cercare lavoro. Il Partito Democratico ha proposto emendamenti anche per scongiurare questo rischio, per tagliare il cuneo fiscale sui contratti stabili, e per evitare che a lavorare di più siano soltanto i tribunali.

Se Di Maio non accoglierà le nostre proposte, la verità è che per datori di lavoro licenziare sarà più conveniente di prima. Il governo la smetta di fare propaganda e affronti il merito delle nostre proposte.

PS: Per chi volesse approfondire, vi consiglio questo articolo scritto da chi il Jobs Act lo ha seguto da vicino medium.com/@TNannicini/di-maio-assume-il-jobs-act-e-licenzia-il-buonsenso-8cd4862414aa
... Leggi di piùLeggi meno

Guarda su Facebook

Instagram

X